Un utente ha chiesto
Categoria: Gutenberg di WordPress
Domanda: Il vero problema con Gutenberg: pensiero visivo contro pensiero verbale

L’adozione di Gutenberg è prevedibile. Il suo appeal è principalmente rivolto ai pensatori visivi, mentre l’editor classico fa appello ai pensatori verbali. Ci sono all’incirca lo stesso numero di persone in ogni gruppo – circa il 25-30% della popolazione. Il restante 45% usa sia il pensiero visivo che verbale. Queste sono approssimazioni ma saranno sufficienti per il presente scopo.

Il pensiero visivo è stato riconosciuto dagli psicologi abbastanza recentemente, rispetto al pensiero verbale. Pertanto, Wix, Squarespace ed Elementor gestiscono un importante segmento di mercato che in precedenza non era servito. Matt ovviamente lo sa, ed è abbastanza chiaro che se Gutenberg farà bene, attingerà anche a questo mercato.

Il futuro di WordPress dipende davvero dalla sua capacità di attrarre questi due segmenti. Il nostro modo di pensare è fondamentale. Non ha senso pensare che i pensatori verbali si adatteranno semplicemente al pensiero visivo, o anche che possano adattarsi ad esso, perché per gran parte dell’attuale base di utenti di WP, il pensiero visivo è un modo completamente estraneo all’elaborazione mentale.

Ciò significa che WordPress fallirà se non soddisfa le esigenze di entrambi i tipi di utenti. Mentre un futuro solo Gutenberg potrebbe, e probabilmente lo farebbe, attingere a un enorme nuovo mercato, correrebbe sicuramente il rischio di alienarsi un numero altrettanto elevato di utenti esistenti. L’effetto finale sarebbe la mancata crescita netta e un duro colpo alla reputazione del prodotto.

Se Matt non sta attento con l’orda di attuali appassionati di WordPress che hanno fondamentalmente bisogno di lavorare verbalmente, non visivamente, rischierà di perdere qualcosa come il 25% degli attuali utenti (i pensatori prevalentemente verbali). D’altra parte, lo sviluppo parallelo di funzionalità lungo entrambe le linee potrebbe portare a un’espansione fino al 25% della base di utenti di WP.

Posso solo presumere che coloro che stanno dietro l’idea di Gutenberg non siano semplicemente informati, forse supponendo che tutti la pensino allo stesso modo – un falso presupposto che potrebbe costare loro caro.

Penso che il concetto di blocchi abbia molto potenziale in un determinato contesto, ma quel contesto non include la creazione di documenti ordinari che sono solo testo e immagini. Per questo, Gutenberg si limita a ostacolare. Ma per particolari tipi di blocchi, penso che abbia un grande potenziale come sistema di modelli di contenuto. Sebbene l’interfaccia utente richieda ancora molto lavoro, il concetto è fondamentalmente valido.

Finora, Gutenberg non sembra essere uno strumento efficace per il tipo di cose che possono essere fatte in un elaboratore di testi: inserire testo, formattarlo, aggiungere immagini, ecc.

Probabilmente non userò l’editor dei blocchi a meno che la sua modalità predefinita non faccia tutto ciò che fa l’editor classico e vecchio stile, con i blocchi che servono solo a precondizionare modi diversi di presentare i tipi di contenuto. Sarebbe il meglio dei due mondi.

  • (@catchlight)

    Molto interessante. Sono contro Gutenberg nel profondo, anche se mi considero principalmente un pensatore visivo. Creo siti per clienti con campi personalizzati e alcuni con visual builder. Alcune buone statistiche qui e alcune cose che non avevo considerato. Non dovrebbe essere una recensione con meno di 5 stelle?

    (@nelsonbase)

    @catchlight – Sì, non ho notato la funzione stella e me lo sono chiesto in seguito. Il modo in cui valuterei i GB in generale dipende davvero dalla politica di implementazione più che da come funziona al momento, il che suona un po’ approssimativo ma probabilmente migliorerà. A pensarci ora, anche se ho lamentele su alcune carenze, darò comunque 5 stelle perché è chiaro che questa è una grande sfida e gli sviluppatori stanno (supponiamo) cercando di trovare un terreno comune tra gli utenti.

    (@mksnmks)

    Ciao Nelsonbase,

    Questi sono commenti piuttosto interessanti su pensatori visivi e verbali e strategie per ridurre i possibili effetti indesiderati del contributo di Gutenberg agli utenti di WP.
    Mi chiedo se tutte le funzionalità di Gutenberg possano essere presentate agli utenti nell’interfaccia utente che corrisponde al loro modo naturale di pensare (testo o grafica o combinazione), anche quando più creatori lavorano sulla stessa pagina.

    grazie

Hai risolto il tuo problema?

0 / 0

Lascia un commento 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *