Un utente ha chiesto
Categoria: Richieste e feedback di WordPress
Domanda: Qual è la tabella di marcia? (Gutenberg / Node.js)

Per oltre un decennio, WordPress è stato un CMS LAMP di base.

Ora un improvviso cambiamento in Node.js e React.js. E un video di Youtube sul canale WordPress in cui si afferma che noi sviluppatori dovremmo semplicemente “imparare i nuovi strumenti e andare avanti”.

Sono uno sviluppatore full stack, programma in PHP dal 2001. Inoltre, sono diventato un amministratore Linux perché avevo bisogno di ricoprire questa posizione, al momento sono al livello di un ingegnere LPIC-2 con circa 7 anni esperienza pratica in web hosting e 2 anni di esperienza con piattaforme cloud.

Posso fare JavaScript, nessun problema. Posso anche fare Python e Django. Semplicemente non volevo usare Node o React (o anche Django) come framework principale per l’uso quotidiano nello sviluppo web. Produciamo infatti principalmente siti web per clienti finali, e non applicazioni web.

Node.js porta il proprio server web, non lo vogliamo. Che si tratti di un server web migliore di Apache2 + nginx o meno, non è questo il problema. Non è la tecnologia che vogliamo usare.

Oltre alla ricerca che ho fatto ora nelle mie vacanze di Natale, dopo un anno di lavoro 12 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, non sono riuscito a capire quale sia il particolare piano WordPress.

WordPress abbandonerà l’intero PHP Framework?
Tutti avranno bisogno di utilizzare Node.js per creare siti Web / temi WordPress personalizzati?
Il server web Node.js entrerà in gioco prima o poi?
Dove sono le considerazioni SEO?
Quanto presto avverrà tutto questo?
Esiste una strategia di uscita nel caso in cui agli utenti non piaccia/accettino questo improvviso cambiamento nella tecnologia sottostante?
Ti aspettavi che ogni sviluppatore WordPress-PHP passasse semplicemente a Node.js mentre era in vacanza?

Saluti.

  • (@ygirouard)

    mi piacerebbe saperlo anche io!

    (@talldanwp)

    Ciao @bortran – Non posso rispondere in veste ufficiale, sono uno sviluppatore e non sono stato coinvolto in nessuna di queste decisioni, ma ho lavorato su Gutenberg negli ultimi mesi.

    Da quello che ho visto, node.js viene utilizzato solo per fornire strumenti per il codice lato client. Il runtime per il nodo viene utilizzato per cose come la creazione, l’esecuzione di test e il linting. Poi c’è NPM che viene utilizzato per gestire le dipendenze del codice per JavaScript allo stesso modo della composizione in PHP. Non sono a conoscenza di casi in cui il nodo viene utilizzato come server, ma potrei sbagliarmi.

    Gutenberg adotta molte pratiche JavaScript correnti e di programmazione funzionale per lo sviluppo lato client. Detto questo, dipende anche dal codice PHP esistente, in particolare sotto forma di API REST, bootstrap dell’editor e alcune delle API più recenti (come i blocchi dinamici), quindi non vedo PHP andare via. .

    Se dovessi indovinare, le tue attuali capacità, secondo me, continueranno ad essere molto apprezzate, ma se fossi in te potrebbe valere la pena acquisire una certa conoscenza di JavaScript / React / Redux. Le prossime fasi di Gutenberg vedranno sicuramente questa parte del codice crescere e toccare più parti dell’esperienza WP.

    (@bortran)

    Grazie per il tuo chiarimento, @talldanwp

    Come ho detto, posso fare JavaScript abbastanza bene, inoltre lavoro regolarmente con JQuery e REST.

    Ma ecco il problema: l'”annuncio” di WordPress per Node e React afferma che le cose sarebbero molto più facile per i programmatori, non vedo come questo dovrebbe essere vero. Node e React introducono una quantità di sovraccarico che non vedevo da un po’. Per non parlare della necessità di compilare * e impacchettare le cose ogni volta, a differenza della modifica di poche righe di PHP nell’editor di WordPress.

    E la promessa che “i neofiti devono solo imparare un po’ di JavaScript” aprire un editor di testo e programmare con Node e React è pura fantasia. Non è così che funziona tutto. Questi quadri * sono complessi e richiedono molto tempo per essere afferrati nella loro interezza, per essere in grado di dargli un significato.

    A proposito: nessuno di noi l’ha chiesto. Se avessimo voluto usare Node, React, Django o altro, avremmo potuto farlo. Per favore, trasmetti il ​​mio suggerimento che gli appassionati di nodi del team creino il proprio WordPress. Ho già suggerito il nome WordNode. È accattivante.
    Se mi avessi chiesto quale altro linguaggio introdurre in WordPress, avrei risposto Python. JavaScript è orribile per il codice lato server.

    Puoi dirmi di più sulla tabella di marcia? Ho quindi letto che l’area del widget verrà rimossa, il che significa che verrà introdotta in Gutenberg. Non ha ancora senso per me, poiché i widget / le barre laterali sono impostazioni globali e non vedo come una barra laterale del sito dovrebbe funzionare in un singolo post o pagina.

    (* parlando nella lingua comune)

    (@talldanwp)

    > Puoi dirmi di più sulla tabella di marcia?

    Conosco solo ciò che è disponibile nei canali pubblici, probabilmente l’hai già letto:

    9 progetti per il 2019

    > Ho letto che c’è l’area del widget che verrà rimossa

    Questa non è la mia interpretazione. C’è un piano per introdurre blocchi nell’area dei widget – questo ha senso per me, i blocchi non sono diversi dal concetto di widget, ma alla fine saranno utilizzabili in una gamma più ampia di contesti. Sono sicuro che sarà un’evoluzione, ma ci sono alcuni concetti condivisi pubblicamente:

    Gutenberg Fase 2

    (@ gkahr78)

    Ora un improvviso cambiamento in Node.js e React.js. E un video di Youtube sul canale WordPress che afferma che noi sviluppatori dovremmo semplicemente “imparare i nuovi strumenti e andare avanti”.

    L’ho trovato piuttosto condiscendente. E dopo il feedback completamente negativo dei clienti su Gutenberg, siamo passati. Abbiamo già iniziato a testare le distribuzioni di classicpress.

    (@bortran)

    @ gkahr78 non sono sicuro di cosa chiami “patronizzante”, per favore espandi.

    Beh, classicpress è in circolazione da un po’. Spero sinceramente che questo sarà “il” fork. Ma atm, trovo che sia troppo presto per mettere tutti i siti dei miei clienti su questa mappa. Spero davvero che ci sarà un rollback ufficiale con Gutenberg e in aggiunta Node.

    (@ gkahr78)

    @ gkahr78 non sono sicuro di cosa chiami “patronizzante”, per favore espandi.

    Hai citato il video sul canale wordpress in cui si diceva che come sviluppatori dobbiamo andare avanti e adattarci. È stato condiscendente con me perché implicava che loro ne sanno di più e che siamo troppo stupidi per capire.

    Ma atm, trovo che sia troppo presto per mettere tutti i siti dei miei clienti su questa mappa. Spero davvero che ci sarà un rollback ufficiale con Gutenberg e in aggiunta Node.

    Non ho molte speranze che Gutenberg se ne vada. Mi sono unito alla conversazione qui nei forum poco dopo il rilascio di Gutenberg. E le critiche sono state sostanzialmente risposte nella gamma di “affrontarlo” e “imparare ad adattarsi”. Non c’è discussione perché credono sinceramente in Gutenberg.

    Sai, dal punto di vista degli sviluppatori che vogliono innovare, li capisco perfettamente. Ma ho a che fare con utenti reali che hanno lasciato il CMS e avevano già questo tipo di blocco di layout per la semplicità di WordPress.

    (@bortran)

    @ gkahr78 grazie per la spiegazione più dettagliata. Siamo sulla stessa pagina qui. Io stesso devo imparare nuovi strumenti ogni giorno. Ma come o perché qualcun altro dovrebbe decidere quali dovrebbero essere questi strumenti? Non sanno quali problemi devo risolvere.

    Ho scelto WordPress per una serie di motivi, uno dei quali è che si tratta di un framework PHP. Avrei potuto scegliere un Node, JavaScript o qualsiasi altro framework o linguaggio. Questo sviluppatore ha suggerito in qualche modo che noi contadini dimentichiamo ciecamente quali grandi strumenti ci siano. Un po’ come battezzare. Non ha senso, c’erano più di 1000 linguaggi di programmazione l’ultima volta che ho controllato. E innumerevoli framework per ciascuno. Conosco molto, ho molta esperienza di programmazione in 6 e poco più.

    Gli sviluppatori WP devono imparare Kobol, Go e BF se me lo chiedi. E scrivi la nuova API in Assembly, verrà eseguita il 4500% più velocemente.

    Nemmeno io ho quell’atteggiamento da “affrontarlo”. No, perché dovremmo farlo? Siamo di più. Ti abbiamo fatto avere successo. Non lo vogliamo. Impareranno ad adattarsi. ??

Hai risolto il tuo problema?

0 / 0

Lascia un commento 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *